Chiesa di San Venanzio


Il diploma dell’imperatore Ottone III, nel quale vengono citate S.Maria Intervineas e S.Vittore, nomina anche la pieve di S.Venanzio, nel 996.

La chiesa attuale è però frutto di una ricostruzione completa effettuata nella seconda metà del XIII secolo. Questo edificio è degno veramente di attenzione in quanto nel tempo si è mantenuta traccia della cella del tempio ionico databile al I sec. a.C.  La struttura antica si può osservare ancora all’interno dell’edificio, pur essendo stato ulteriormente rinnovato nel XVII secolo.

Le indagini contestuali ai lavori di restauro hanno portato a chiarire le strutture antiche e le successive modificazioni, i reimpieghi di materiale edile e gli affreschi che risalgono dal XIII al XVI secolo. Non vi è più il rosone che decorava la facciata, ma i bacini ceramici posizionati sotto il timpano sono quelli originali.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci