Battistero di San Giovanni


Dedicato a San Giovanni, il “Battezzatore”.  Secondo le ipotesi di alcuni studiosi, questo emblematico edificio sarebbe stato costruito riutilizzando parzialmente un tempio dedicato ad Ercole, della prima età augustea o forse di poco precedente.

Con tutta probabilità adempieva alla funzione sacra del battesimo per immersione già nel V-VI secolo. E’ realizzato in travertino, tipica pietra ascolana, anche con blocchi di spoglio, e la struttura si presenta con aspetto solido e conchiuso.   Si erge da una base quadrata, su cui si innalza il tiburio ottagonale, abbellito da arcate a tutto sesto,  tre su ogni lato.

La cupola sferica si innalza sopra il tiburio, in corrispondenza della verticale dell’oculo della stessa si apre la vasca circolare, anch’essa riscoperta nel corso degli scavi archeologici, che, nel corso dell’ 800, iniziarono a portare nuove conoscenze sull’origine e sulla storia del Battistero Ascolano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci